Cala Sa Figu

La Baia delle Anfore

Cala Sa Figu è conosciuta anche come baia delle anfore per la sua unicità che deriva dalla presenza di antichi cocci di anfore romane rimasti incastonati negli scogli a pochi metri da riva (trappole morfologiche), lasciando intuire a qualche tragico episodio avvenuto nel passato quando, probabilmente, alcune triremi alla fonda sono state sorprese da un’improvvisa mareggiata e distrutte sugli scogli.
Questa piccola e sorprendente baia ospita due piccole spiagge che completano un paesaggio selvaggio ricco di rocce e scogli.

L’esposizione a Nord protegge la baia dai venti dei versanti meridionali: Scirocco, Ostro e Libeccio.
Portu S’ilixi è la baia successiva a Cala sa Figu. La spiaggia diventa più scura per la presenza di minerali ferrosi; la granulometria della sabbia è molto fine e la composizione la rende particolarmente compatta. Interessanti le formazioni rocciose ai lati della spiaggia che rilevano l’origine vulcanica effusiva della caletta.
Sul promontorio che divide le due cale è evidente un intrusione basaltica filoniana che forma una caratteristica grotta a livello del mare. Sulla parte più alta del capo sono presenti i resti di una costruzione nuragica.